Far crescere ortaggi ecologici da spazi urbani abbandonati

09/08/2017

Presentato al congresso “Med green forum” di Firenze il prototipo di una serra rimovibile dove le piante crescono con un decimo dell'acqua richiesta da un terreno agricolo

L'innovativa serra è il risultato del progetto Urca, Urban contemporary agricolture, sviluppato dal centro di ricerca “Abita” del dipartimento di Architettura e dal dipartimento di Scienze delle produzioni agroalimentari dell'Università di Firenze, in partnership con l’azienda agricola Cammelli, e finanziato dalla Regione Toscana con i fondi destinati alla ricerca agroalimentare.


«La serra urbana con tecnologia idroponica che abbiamo allestito a scopo dimostrativo – spiega Marco Sala, docente di Tecnologia dell’architettura e responsabile scientifico del progetto – è il simbolo di un sistema sperimentale, innovativo, temporaneo e potenzialmente itinerante di come possono essere impiegati spazi altrimenti in disuso».


«È un progetto bellissimo – commenta la vicesindaca Giachi – messo a punto da quattro ragazzi dottorati in architettura all’Università di Firenze che hanno progettato una serra che consente la coltivazione idroponica. È un progetto importante che abbiamo voluto esporre in Largo Annigoni per rendere consapevoli le persone delle potenzialità della ricerca fatta dai nostri ragazzi: vogliamo che i cittadini, non solo gli addetti ai lavori, realizzino quale è la ricchezza della ricerca e quali sono le sue possibilità concrete di applicazione per la crescita civile e sociale delle nostre comunità».

CALL FOR INNOVATION

Zeocooking cerca un'idea per realizzare una pentola per cucinare con al zeolite
Stradivarius cerca creativi per la realizzazione di una linea di grafiche per i loro Longboard
Tweets by @dnest_iie